Fca, vendite Chrysler cresciute dell’1,7% in Usa

1 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Le vendite di Fca sono cresciute negli Stati Uniti a marzo. L’azienda italo americana ha annunciato che le immatricolazioni sono aumentate dell’1,7%, anche se gli acquisti di camion sono scese in un periodo che è stato descritto dalle tre sorelle dell’auto come un “mese difficile”.

La casa automobilistica di Detroit, parte di Fca e in precedenza chiamata Chrysler, ha registrato un aumento delle immatricolazioni pari al 2% a 197.261 unità, dalle 193.915 dello stesso periodo dell’anno scorso.

La società sottolinea che è stto il miglior marzo dal 2007 e il 60esimo mese consecutivo di aumento delle vendite.

Le vendite del marchio Fiat, che includono le immatricolazioni di Fiat 500 e 500L, sono calate del 5% il mese scorso negli Stati Uniti.

Il brand della Jeep ha visto un altro record di vendite su base mensile, con un rialzo del 23% dovuto sopratutto al successo dei Suv Cherokee e Patriot.

(DaC)