FCA corre in Borsa, tornano rumors su scissione Magneti Marelli

3 Agosto 2018, di Mariangela Tessa

Giornata di acquisti a Milano per il titolo Fca, che beneficia della decisione del presidente americano, Donald Trump, di rivedere la severa normativa Usa sulle emissioni di gas.

‘Qualunque modifica che riveda i target di efficienza al 2025 sarebbe positivo per i produttori di auto in quanto potrebbero ridurre gli investimenti in ricerca e sviluppo – hanno commentato gli analisti di Equitariteniamo sia comunque prematuro fare ipotesi al riguardo in quanto immaginiamo che ogni decisione venga preceduto da un acceso dibattito‘. La sim ha confermato la raccomandazione di ‘Hold‘ sulle azioni di Fca, ma con target di prezzo a 19 euro, livello superiore ai corsi di Borsa.

E’ invece più positiva Mediobanca, che conferma la raccomandazione di ‘Outperform’ con target di prezzo a 20,1 euro. Nel finale, i titoli della casa automobilistica segnano un progresso del 2,86% a 14,61 euro.

Ma non solo. Ad alimentare gli acquisti, contribuiscono le nuove indiscrezioni sulla scissione della controllata Magneti Marelli.

Secondo rumors riportati da Bloomberg, FCA starebbe andando avanti con il progetto di scissione della controllata Magneti Marelli, sebbene abbia ricevuto manifestazioni di interesse da parte di controparti asiatiche e altri soggetti, tra i quali Apollo e Bain Capital.

Sempre secondo indiscrezioni riferite da Bloomberg, il valore di Magneti Marelli potrebbe arrivare anche a 6 miliardi di euro, livello superiore alle valutazioni circolate di recente tra i 4 e i 6 miliardi di euro.