FBI E DIPARTIMENTO DI GIUSTIZIA TORCHIANO UBS

25 Novembre 2008, di Redazione Wall Street Italia

Mentre l’elite dell’arte contemporanea sta per confluire da tutto il mondo a Miami Beach in hotel di lusso come il Setai, il Mandarin, il Delano, per l’inaugurazione il prossimo 2 dicembre di Art Basel, il principale sponsor di questa fiera d’arte globale, il colosso svizzero UBS resta al centro di un’indagine gigantesca e senza precedenti da parte dell’Fbi e del governo degli Stati Uniti. L’accusa di Washington? UBS ha aiutato migliaia di americani facoltosi (tra i 17.000 e i 19.000) a non pagare le tasse, canalizzando in paradisi fiscali e centri offshore decine di miliardi di dollari. Almeno 60 private bankers UBS sono coinvolti. E qualcuno sta “cantando”, spifferando ai “federali” segreti che avrebbero dovuto rimanere tali. Intanto, la tensione tra la discreta Svizzera e gli Stati Uniti con voglia di trasparenza, e’ sempre piu’ forte.

Tutti i dettagli, i nomi, le cifre, le circostanze, le accuse, le indagini in un articolo riservato agli abbonati a Insider. Inoltre, agli abbonati che ne faranno richiesta, WSI fornira’ riservatamente via email i nomi e gli indirizzi degli studi legali americani che difendono i clienti UBS con un contenzioso aperto con il governo degli Stati Uniti.