Fate attenzione: “l’Europa intera è già in default verso i propri cittadini”

3 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – La verità è che “tutta l’Europa ha fatto default” e non potete immaginare quanto la situazione sia negativa nel continente. Parola di Hugh Hendry, gestore dell’hedge fund Eclectica Asset Management e molto noto nel Regno Unito per i suoi commenti sulla crisi finanziaria. Hendry ha parlato in occasione della “Global Conference 2012” che si è conclusa nella giornata di ieri a Los Angeles presso il Milken Institute.

“L’economia politica in Europa è tale che i politici hanno scelto di fare default sugli obblighi di spesa che hanno nei confronti dei loro cittadini, al fine di onorare il patto con i propri creditori finanziari e dunque, con il tempo che passa, alla fine i politici vengono cacciati”.

Hendry parla parla anche di “una realtà sottostante il cui obiettivo è quello di fare in modo che la Francia, la Germania o entrambe diventino un “Great Power, una Grande Potenza appunto, acquisendo l’egemonia in Europa e trasformandosi sempre di più in un player globale”.

Gestore di un hedge fund – Eclectica, appunto – che ha garantito nel 2008 ritorni del 31% grazie alle scommesse contro l’economia degli Stati Uniti, ora Hendry è ottimista sull’economia numero uno al mondo, ribadendo invece di essere preoccupato per la bolla presente nel mercato immobiliare della Cina.

“Siamo più bullish sulla crescita degli Stati Uniti – ha scritto il gestore, in una lettera ai clienti che è stata ottenuta da Bloomberg – Siamo anche più pessimisti che mai sulla crescita cinese. E questo ci rende ribassisti sulla maggior parte dei titoli azionari asiatici, ribassisti sui prezzi delle commodity industriali, interessati in alcuni titoli americani (…) e profondamente preoccupati che il Giappone possa diventare il punto focale della prossima crisi globale”, per la sua esposizione alla congiuntura cinese.

GUARDA IL VIDEO sulla “Global Conference 2012: E’ il momento di investire in Europa”? Parlano diversi esperti.