Fase 2: consumi rialzano la testa nella prima settimana dopo il lockdown

15 Maggio 2020, di Mariangela Tessa

Aumentano gli acquisti degli italiani nei negozi fisici. È quanto emerge dai dati raccolti da Stocard, l’applicazione wallet che consente di digitalizzare tutte le carte fedeltà nel proprio smartphone, nella settimana tra il 4 e l’11 maggio.

L’indagine ha valutato il comportamento degli oltre 7,7 milioni di utenti registrati all’app e si è concentrata sugli acquisti degli italiani nella prima settimana della Fase 2 e nell’ultima di lockdown (27 aprile – 3 maggio).
I valori raccolti sono stati poi incrociati con gli acquisti della settimana del 10-16 febbraio, prima dello scoppio dell’emergenza sanitaria.

Dal 4 maggio si sono registrati segnali di crescita in numerosi settori merceologici, su tutti nei negozi di bricolage, le cui vendite sono tornate quasi ai livelli pre Covid19, ma anche nelle librerie, nei negozi di animali e per la pulizia della casa, nei negozi per l’infanzia e per l’elettronica di consumo.

Meno sostenuti gli acquisti nella GDO, che di fatto non ha mai chiuso in questo periodo e che vede un trend di acquisti in aumento rispetto all’ultima settimana di lockdown.

Da ultimo, ma non meno significativo, gli italiani tornano a fare spese il sabato: sabato 9 maggio, infatti, si è registrato un incremento negli acquisti del +42% di spesa rispetto al resto della settimana.

“Abbiamo voluto analizzare la prima settimana della Fase 2, dal 4 all’11 maggio, e ammetto che siamo stati piacevolmente colpiti nel vedere un aumento sostanzioso degli acquisti in molti settori, dal bricolage, alle librerie fino alla GDO – spiega Valeria Santoro, Country Manager di Stocard Italia – Il settore bricolage e i negozi per la pulizia della casa stanno tornando ad avvicinarsi ai valori di acquisto che avevano prima del lockdown. Inoltre stiamo registrando un ritorno alle classiche abitudini di acquisto ed è infatti proprio il sabato il giorno in cui si è registrato il maggior numero di acquisti”.