FAR CARRIERA A BRUXELLES DOPO LA LAUREA

23 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Padova, 23 mar – A Bruxelles l’“indotto” generato dalla presenza delle Istituzioni Comunitarie ha dato vita ad una vera e propria città nella città. Una città fatta di uffici di rappresentanza di enti pubblici (Ministeri, regioni, enti territoriali vari, mondo camerale, etc.) e privati (praticamente tutti i settori produttivi, in forma associata o singolarmente) ma anche di società di consulenza (si pensi solo al settore dell’europrogettazione, che ha generato una nuova classe di professionisti), studi professionali (specializzati nei diversi settori del diritto comunitario, in particolare quello della concorrenza) think-tank… Un mondo che i giovani laureati italiani conoscono e frequentano poco. Nasce da qui l’iniziativa – ideata ed organizzata dalla sede di Bruxelles della Regione Veneto – “From Youniversity to Europe” – Giovani carriere internazionali crescono”, che verrà presentata all’Università di Padova mercoledì 28 marzo. La posta in palio del resto è alta: il 90% del bilancio dell’Unione Europea è destinato al cofinanziamento di programmi e progetti comunitari; direttamente o indirettamente quasi l’80% delle legislazioni nazionali sono poi influenzate o, meglio dire, definite a livello comunitario. Questi dati bastano a fare capire il senso di una presenza a Bruxelles. “From Youniversity to Europe” vuole raccontare e spiegare questo mondo. E, nel farlo, la prospettiva e l’approccio saranno naturalmente anche quelli delle opportunità formative (master, stages, tirocini) e occupazionali che esso è in grado di offrire: l’obiettivo è quindi quello di fornire agli studenti un quadro generale di tali possibilità ed ampliare così i loro “orizzonti di ricerca” (a chi, una volta laureato, verrebbe mai in mente di fare il lobbista?) in vista del termine del percorso di laurea. Quanto al metodo – come è stato spiegato dagli organizzatori – si è cercato di seguire una strada nuova, scegliendo di far parlare chi questa realtà la conosce “dal di dentro” perché vi lavora ogni giorno e che quindi è in grado di portare informazioni, suggerimenti, testimonianze che nessuna guida o sito internet mai saranno in grado di offrire.