FANNIE MAE & FREDDIE MAC: ORMAI VALGONO ZERO

11 Luglio 2008, di Redazione Wall Street Italia

L’analista Jon Najarian di OptionMonster ritiene che le due societa’ di mutui ipotecari saranno in grado di sopravvivere alla tempesta subprime ma che il valore delle relative azioni e’ ormai nullo.

“Non c’e’ bisogno di leggere tra le righe. E’ chiaro che il governo rilevera’ entrambe le aziende in quanto non potra’ lasciar evaporare 5 mila miliardi di dollari in mutui” ha affermato l’esperto. “Ma per gli azionisti queste azioni sono ormai carta straccia”.

Il valore delle due societa’ di e’ dimezzato nell’arco di poche ore: Fannie Mae e Freddie Mac perdono rispettivamente il 39,60% a 7,97 dollari e il 46,75% a 4,26 dollari. Il titolo Fannie Mae ha perso l’80% del proprio valore dall’inizio dell’anno, quello Freddie Mac l’87%.

Secondo Bloomberg, Fannie Mae e Freddie Mac dovrebbero registrare in bilancio perdite e svalutazioni per circa $77 miliardi prima che il governo americano sia costretto a intervenire con un salvataggio pubblico, stando a uno studio degli analisti di Fox-Pitt Kelton e Friedman, Billings, Ramsey & Co. Le due agenzie para-governative hanno gia’ raccolto circa $20 miliardi per coprire le perdite dovute al piu’ alto tasso di bancarotte e mancati pagamenti di rate nel settore immobiliare.

Fannie e Freddie detengono o garantiscono oltre $5 trilioni di mutui, pari a circa la metà del totale delle ipoteche immobiliari negli Stati Uniti. Un’insolvenza provocherebbe un crack di dimensioni devastanti per l’intero mercato finanziario Usa e mondiale.