FAMILY DAY, NEL POLO DISSENSO LAICO

9 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 9 mag – La Cdl ci sarà in piazza al Family Day ma non del tutto compatta. Il Giornale pubblica una lettera di Alfredo Biondi e Fabrizio Cicchitto, rispettivamente vicecoordinatore di Forza Italia e presidente del Consiglio nazionale del partito, che spiegano perché, da “laici” non parteciperanno alla manifestazione di sabato: “Nel momento nel quale l’origine politico-culturale della manifestazione è nata per un impulso di natura religiosa e per una causa che perdipiù riteniamo anche giusta, noi esprimiamo i motivi del nostro consenso sulla difesa della famiglia ma riteniamo una forzatura partecipare ad una iniziativa che deriva dalla mobilitazione etica e organizzativa del mondo cattolico del quale riconosciamo l’ importanza e anche la fondamentale positività ai fini delle tenuta della società italiana ma del quale non siamo partecipi. Sappiamo che altri laici faranno una scelta diversa, di partecipazione, che noi rispettiamo”. “La nostra identità – si aggiunge – è differente sia da coloro che si autodefiniscono laici devoti sia da coloro che oggi orgogliosamente si vogliono affermare come laici anticlericali”.