FAMILY DAY, LUXURIA: IN ITALIA “DERIVA POLACCA”

18 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

– Roma, 18 apr – “Il Family day si preannuncia come la manifestazione più ostile verso la comunità gay, lesbica e transessuale che rischia di trascinare l’Italia verso una “deriva polacca”, omofoba, misogina e populista, perpetrata dalla Lega delle famiglie polacche e dall’emittente cattolica “Radio Maryia” con il sostegno del presidente ultraconservatore Lech Kaczynski”. Lo afferma la deputata di Rc-SE, Vladimir Luxuria. “Non si può dichiarare che si rispettano le persone gay, lesbiche e transessuali – denuncia Luxuria – ignorando il fatto che queste persone nutrono dei sentimenti e che è un loro diritto veder riconosciuta in termini pubblicistici e legislativi la loro capacità affettiva”.