FAMIGLIE PIU’ RICCHE, A RUBA AZIONI E OBBLIGAZIONI

29 Gennaio 2005, di Redazione Wall Street Italia

Le famiglie italiane sono più ricche (+10,41%) ed hanno riscoperto, complice il buon andamento della Borsa, l’ amore per le azioni. Non sono finiti nel dimenticatoio, però, i vecchi e cari titoli di Stato che, pur essendo meno redditizi, danno una maggiore sicurezza. A scattare la fotografia delle famiglie italiane sono i conti finanziari della Banca d’ Italia, dai quali emerge che nel terzo trimestre del 2004 il circolante è ammontato a 498.445 milioni di euro, l’ 8,18% in più rispetto allo stesso periodo del 2003.

Negli ultimi tre mesi dello scorso anno le azioni e le altre partecipazioni hanno registrato una crescita degli stock del 26,65%, passando da 553.685 milioni di euro del terzo trimestre 2003 agli attuali 701.221 milioni. Il confronto con il trimestre precedente, però, mette in luce un rallentamento delle consistenze, che nel periodo aprile-giugno erano ammontate a 708.654 milioni di euro.

A confermare la decelerazione sono i dati negativi sui flussi di risparmio verso le azioni, risultati negativi per 9.919 milioni di euro, a fronte di un attivo di 6.889 milioni nel trimestre precedente. In salita, anche se in modo decisamente meno accentuato, i titoli a medio e lungo termine, cioé le obbligazioni: in un anno lo stock, infatti, è aumentato del 7,81% attestandosi a 664.907 milioni di euro.

Guardando alle varie componenti emerge però un andamento altalenante, con i Btp che segnano un progresso del 13,48%, a fronte del -37,31% dei Cct. Cedono anche i fondi comuni, realizzando nel terzo trimestre 2004 una perdita in termini di consistenze del 5,44% rispetto agli ultimi tre mesi del 2003, a quota 339.398 milioni di euro. Negativo anche il bilancio trimestrale in termini di flussi (-2.513 milioni di euro). Si mantengono stabili, invece, i Bot: dopo un primo trimestre difficile, i titoli del Tesoro hanno riscoperto l’ appeal perduto raccogliendo nel periodo luglio-settembre 2004 uno stock di 22.816 milioni di euro (+6,89%), mentre il flusso è risultato pari a 84 mln, contro i 12,325 miliardi del trimestre precedente ed i -1.891 milioni degli ultimi tre mesi del 2003. Ecco di seguito una tabella che riporta le consistenze delle famiglie italiane suddivise nei vari strumenti finanziari. Il confronto è fra i dati del terzo trimestre 2003 e del terzo del 2004.

III TRIM.2003 III TRIM.2004

Biglietti, monete, depositi vista 460.767 498.445 Altri depositi 279.338 302.363 Titoli a breve termine 21.346 22.816-emessi dalle ammin. pubbliche 20.814 22.305-emessi da altri residenti 270 237-emessi dal resto del mondo 263 274Titoli a medio-lungo termine 616.723 664.907-emessi da istituz. finanz. mon. 291.378 320.706-emessi da ammin. centrali (Cct) 29.025 18.196-emessi da ammin. centrali (altri) 158.919 180.335-emessi da ammin. locali 1.788 2.246-emessi da altri residenti 40.880 55.027-emessi da resto del mondo 94.733 88.398Azioni ed altre partecipazioni 553.685 701.221-emesse da residenti 485.228 625.930-emessa da resto del mondo 68.457 75.291Quote di fondi comuni 358.910 339.398Riserve tecniche di assicurazione 453.504 501.193Altri conti attivi e passivi 4.788 4.894 TOTALE 2.749.061 3.035.235