Exor, adesso la brasiliana Btg Pactual parla anche un po’ italiano

7 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Adesso Exor è anche un po’ brasiliana, o forse la Btg Pactual è un po’ italiana, dipende dai punti di vista. La cassaforte degli Agnelli ha partecipato all’aumento di capitale della più grande banca d’affari brasiliana, ovvero la Btg Pactual. Molti la definiscono la “Goldaman” sudamericana, il suo numero uno Andrè Stevens la vorrebbe proprio così. Insieme ad Exor hanno concorso altri nomi di non poco conto: vari fondi sovrani (di Cina, Singapore e Abu Dhabi), i Rotschild, JC Flowers, l’Ontario teacher (il fondo pensione più grande del mondo) ed altri. In totale è stato rilevato il 18,65% della Btg, per un controvalore di 1,8 mld di dollari. Secondo rumors di stampa gli Agnelli avrebbero investito una quota minima, circa 25 mld di dollari. La partecipazione sarà dello 0,5%.