Società

Evasori fiscali rubano 91 miliardi l’anno allo Stato

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

ROMA (WSI) – In Italia ammonta mediamente a 91 miliardi l’anno l’importo delle principali imposte evase. Il dato, preoccupante, viene riferito nel rapporto sull’evasione fiscale che il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, ha illustrato al Consiglio dei ministri e che sarà presentato in Parlamento.

Nel documento il ministero punta l’indice sui condoni, che minano la credibilità dello Stato e scoraggiano i contribuenti onesti. Non solo. Dall’unità d’Italia a oggi – riporta sempre il testo del Mef – ci sono stati oltre 80 condoni”. Di conseguenza, si legge nel rapporto, non ci saranno più provvedimenti del genere.

Nel 2013 – si legge inoltre – l’evasione “pizzicata” dall’Agenzia delle Entrate ammonta a 24,5 miliardi: la maggiore imposta accertata è così salita dell’87% in sette anni, rispetto ai 13,1 miliardi del 2006. Il dato risulta però in calo rispetto agli anni 2009-2012 e soprattutto rispetto al picco di 30,4 miliardi del 2011.

Dal rapporto emerge anche altissima la percentuale di verifiche sulle imprese con irregolarità fiscali: è 98,1% tra le grandi, al 98,5% sulle medie e al 96,9% sulle Pmi. Il record tocca agli enti non commerciali, il 99,2% non è in regola. 100% di ‘positività’ i controlli sugli atti soggetti a registrazione.
(RaiNews24)