Europa procede con il segno più, brilla Madrid

11 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Continuano la seduta facendo shopping le principali borse del Vecchio Continente, che già partite di buonumore stamani continuano a percorrere la strada degli acquisti. Fra tutte brilla Madrid con rialzi di oltre quattro punti percentuali. A dare la giusta intonazione ai listini continentali, fin dall’avvio le parole del governatore della Banca Centrale Europea Jean-Claude Trichet che, ieri, nel corso della conferenza successiva alla decisione dell’istituto di lasciare invariato il costo del denaro, ha innalzato le stime sulla crescita dell’Europa nel 2010. Il numero uno della Banca Centale Europea ha aggiunto poi che i livelli di inflazione resteranno contenuti. A dare un ulteriore sferzata di energia poi ci ha pensato poi pensato la Bundesbank che, oggi, ha alzato le previsioni di crescita in Germania segnalando che dall’ultimo scorcio del 2009 si è registrata una accelerazione dell’attività. La banca centrale tedesca stima così un’economia nazionale in crescita dell’1,9% quest’anno e dell’1,4% il successivo. Sul mercato valutario, la moneta unica si conferma in salita scambiando sopra la soglia degli 1,21 USD, raggiunti ieri dopo l’annuncio dei tassi da parte della BCE. Dal fronte macroeconomico dopo la diffusione dell’infalzione francese che è salita sotto le attese, scivola al di sotto del consensus anche la produzione industriale del Regno Unito, mentre l’indice dei prezzi alla produzione della Gran Bretagna nel mese di maggio risulta in aumento dello 0,3%.Nel pomeriggio, d’oltreoceano, verranno svelati i dati sulle vendite al dettaglio e la fiducia dell’Università del Michigan market mover della giornata. Bruxelles mostra un vantaggio dello 0,17% a 2467,52 punti, Zurigo un progresso dell’1,01% a 6441,12 punti, Parigi un rialzo dello 0,83% a 3545,85 punti ed Amsterdam un incremento dello 0,22% a 326,14 punti. Sulla parità Francoforte +0,03% a 6058,29 punti, avanza Londra +0,67% a 5166,76 punti. Brillante Madrid +4,41% a quota 9603,6. Per quanto riguarda i settoriali a guidare Eurolandia è il comparto bancario dopo che Moody’s ha segnalato che gli “stress test” condotti su 30 Istituti europei confermerebbero una sostanziale solidità rispetto al problema di una eventuale esposizione al debito pubblico ed ai prestiti privati dei Paesi a “rischio”, i cosiddetti PIGS (Grecia, Portogallo, Spagna ed Irlanda).