Europa: partenza sotto il segno degli acquisti

11 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Esordio positivo per le principali borse del Vecchio Continente che continuano a sorridere dopo la giornata di ieri che le ha viste chiudere con il segno più. A dare la giusta intonazione ai listini continentali le parole del governatore della Banca Centrale Europea Jean-Claude Trichet che, ieri, nel corso della conferenza successiva alla decisione dell’istituto di lasciare invariato il costo del denaro, ha innalzato le stime sulla crescita dell’Europa nel 2010. Il numero uno della Banca Centale Europea ha aggiunto poi che i livelli di inflazione resteranno contenuti. Sul mercato valutario, la moneta unica si conferma in salita questa mattina, scambiando sopra la soglia degli 1,21 USD, raggiunti ieri dopo l’annuncio dei tassi da parte della BCE. Dal fronte macroeconomico dopo la diffusione dell’infalzione francese che è salita sotto le attese, si conoscerà, più tardi, la produzione industriale e i prezzi alla produzione nel Regno Unito. Mentre nel pomeriggio, d’oltreoceano, verranno svelati i dati sulle vendite al dettaglio e la fiducia dell’Università del Michigan market mover della giornata. Sulle prime rilevazioni Bruxelles mostra un vantaggio dello 0,41% a 2473,46 punti, Parigi un rialzo dello 0,61% a 3537,92 punti ed Amsterdam un incremento dello 0,42% a 326,8 punti. Segno più anche per Francoforte +0,37% a 6079,29 punti, Londra + 0,28% a 5146,95 punti e Madrid +1,01% a quota 9291,3.