Europa in verde in attesa di mercato lavoro USA

6 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Tutte positive a metà seduta le principali borse europee in una prima parte di giornata interlocutoria in attesa dei fondamentali dati sul mercato del lavoro a stelle e strisce in programma alle 14.30. Gli analisti stimano un calo dei posti di lavoro del settore non agricolo di circa 60.000 unità a fronte della diminuzione di 125.000 posti registrata il mese precedente. Il tasso di disoccupazione è visto al 9,6% dal 9,5%, mentre il settore privato dovrebbe aver creato 100 mila nuovi impieghi, dunque in aumento rispetto agli 83 mila posti di giugno. Una lettura positiva potrebbe ridare ottimismo circa lo stato della ripresa dell’economia statunitense e far decollare i listini più rischiosi, come quelli azionari. Si conferma invece un clima sereno in Europa grazie ad alcuni buoni dati macro e alle parole del numero uno della BCE Jean Claude Trichet, che ieri ha parlato di crescita più forte del previsto, pur precisando che la crisi non ancora definitivamente alle spalle. Le statistiche di oggi hanno invece evidenziato un aumento sotto le stime della produzione manifatturiera britannica e un calo inatteso dell’output industriale tedesco, dati che comunque non sembrano aver impensierito più di tanto gli investitori. In crescita come da consensus, invece, il PIL italiano. Indicazioni globalmente confortanti dal fronte corporate, oggi ricco di conti di società finanziarie. Tra le assicurazioni utili in calo e sotto il consensus per Allianz che però sale a Francoforte grazie ad un outlook ottimista, mentre Old Mutual avanza grazie al ritorno all’utile e al superamento delle stime. Tra le banche Royal Bank of Scotland sorprende tutti con un inatteso ritorno ai profitti. In stand-by la moneta unica nei confronti del dollaro in attesa dell’esito dei dati macro USA. Il cross con il biglietto verde perde un po’ di terreno rispetto alle prime ore dela mattina attestandosi a quota 1,9170. Scende anche il prezzo del petrolio con il barile sul Light Crude a 81,72 dollari. In cima ai guadagni Londra con una variazione positiva dello 0,70%. Bene anche Parigi +0,59%, Francoforte +0,44%, Madrid +0,27%, Amsterdam e Zurigo, entrambe con un +0,11%. Piatta Bruxelles.