Europa in calo riflette perdite Wall Street e Asia

14 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Partenza in calo per le principali borse europee, che seguono la scia negativa disegnata la vigilia dai mercati statunitensi e stamane da quelli asiatici, sul persistere dei timori sui problemi debitori dei Paesi della Zona Euro. Ad innescare le vendite a Wall Street anche la delusione generata dai dati sulle vendite delle principali società commerciali, ma anche l’inchiesta che sta coinvolgendo il settore bancario statunitense. Non è riuscito a risollevare il clima del mercato infatti neanche il dato sulle richieste di sussidi alla disoccupazione, che ha accusato il quarto calo consecutivo. A far scivolare il listino nipponico invece la brutta performance di Sony, che ha annunciato un esercizio in perdita anticipando anche utili sotto le stime degli analisti. Intanto sul mercato dei cambi, si registra il tentativo di risalita dell’euro dai minimi toccati ieri in chiusura dei mercati statunitensi. La moneta unica, scambia al momento a 1,257 dollari dopo aver concluso la vigilia a 1,253 dollari. La giornata macroeconomica è ricca di spunti per l’America, dalla quale arriveranno i dati sulle vendite al dettaglio e sulla produzione industriale, oltre all’indice di fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan ed alle scorte all’industria. Sulle prime rilevazioni, Francoforte segna una flessione dello 0,4% a 6226,68 punti, Parigi cede lo 0,75% a 3703,59 punti ed Amsterdam arretra dello 0,686% a 335,5 punti. Giù anche Bruxelles che segna una minusvalenza dello 0,67% a 2517,88 punti, seguita da Londra che perde lo 0,53% a 5404,97 punti. Madrid -0,97% a 9881,2 punti.