Europa, in avvio prevale il segno meno

3 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Apertura in frazionale ribasso per le principali borse del Vecchio Continente che rimangono caute in attesa che il Governo di Atene, annunci il un nuovo pacchetto di misure anti-deficit, previsto per oggi. Il piano ha lo scopo per la Grecia di raggiungere l’impegno preso con l’UE di tagliare il debito pubblico. Sul mercato valutario l’euro stamane rimane piatto nei confronti del biglietto verde. Il cambio tra la moneta unica ed il dollaro riconquista comunque la soglia degli 1,36 USD. Dal fronte macroeconomico le vendite al dettaglio della Germania, nel mese di gennaio, hanno registrato su anno una variazione negativa del 3,4%. Più tardi saranno rese note le vendite al dettaglio della Zona Euro. Negli stati Uniti, questo pomeriggio, sarà pubblicato il report sugli occupati ADP del mese di febbraio, dato che anticipa il tasso di disoccupazione a stelle e strisce che verrà svelato venerdì prossimo. Questa sera, invece, sarà la volta del Beige Book pubblicati da parte della Banca Centrale Americana. Sulle prime rilevazioni Bruxelles scivola dello 0,11% a 2555,85 punti, Parigi arretra dello 0,25% a 3802,54 punti ed Amsterdam lima dello 0,07% a 328,02 punti. Segno meno anche per Francoforte -0,21% a 5764,6 punti, Londra -0,17% a 5474,77 punti e Madrid -0,56% a quota 10462,1.