Europa fuori recessione a metà anno, ma rischio “double dip”

2 Febbraio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Due scenari, quelli appena resi noti dall’agenzia di rating S&P, con diverse probabilità che si verifichino.

Uno, quello fortunatamente con la probabilità maggiore, pari al 60%, prevede che la zona euro esca dalla sua “leggera recessione” a partire dalla seconda metà di quest’anno, e torni così a crescere, sebbene a un ritmo contenuto, nel 2013, con il rischio però di una ricaduta. L’agenzia stima di fatto una fase di stagnazione per l’Eurozona nell’intero 2012 e un rialzo del Pil pari all’1% l’anno prossimo.

L’altro scenario è il peggiore ed esiste secondo S&P una probabilità del 40% che si avveri. E’ lo scenario del “double dip”, che secondo l’istituto avrebbe un effetto “particolarmente negativo in paesi come la Spagna, il Portogallo e l’Italia”.