Europa: Finmeccanica, via libera a Thales

27 Novembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Finmeccanica avrebbe dato il suo benestare all’acquisto da parte di Thales delle attività dello spazio che Alcatel ha in joint-venture con il gruppo italiano. Lo scrive ieri il quotidiano La Tribune, secondo cui Finmeccanica avrebbe ottenuto in contropartita una partecipazione del 19 per cento in Galileo Industries in cui rappresenterebbe l’Italia. Finmeccanica avrebbe anche negoziato, scrive sempre il giornale, un ruolo importante in uno dei centri spaziali nella gestione dell’orbita satellitare della costellazione Galileo. Questa transazione, precisa, deve ora essere convalidata da Bruxelles e dagli altri partners di Galileo Industries. Alcatel Alenia Space detiene attualmente il 38 per cento di Galileo. Finmeccanica già dà il suo accordo di massima prima dell’estate al passaggio delle sue joint-venture nello spazio con Alcatel a Thales. L’operazione non è però ancora finalizzata.
Intanto una cordata italo-keniana guidata dalla Selex Communication (gruppo Finmeccanica), si aggiudicata un importante appalto in Kenya, battendo sul filo di lana i due principali concorrenti: Aeronav Canadese e Iberica Spagnola. Si tratta della costruzione della torre di controllo dell’aeroporto commerciale di Lokichoggio, che sorge nel Nord del Paese, di fatto al confine con il Sud Sudan: una posizione estremamente strategica. E’, infatti, il punto di snodo di tutti i prodotti a destinazione Sud Sudan (completamente da ricostruire e anche lì le ditte italiane stanno conquistando posizioni di rilievo), oltre che gli aiuti umanitari. E in tal senso si tratta di un impegno che per le sue ricadute geopolitiche va al di là del valore del contratto, due milioni di dollari. Non a caso la vicenda è stata, ed è ancora, seguita con molta attenzione dall’amministrazione Usa. Dal punto di vista tecnico, la parte telecomunicazione della torre è di produzione della Selex Communication; la cabina prefabbricata sarà realizzata da una società specializzata di Milano, la Di Leo; quella civile a un gruppo locale, la Telco Limited. Infine, viene reso noto che delegazioni di due società di Finmeccanica (la stessa Selex e Telespazio) saranno impegnate la prossima settimana a Nairobi per una dimostrazione tecnica di apparati avionici presso l’aeronautica militare keniana. Ci saranno, inoltre, una serie di incontri con istituzioni locali per affrontare possibili interventi di carattere ambientale. In particolare, le due società già presentano un progetto di monitoraggio per fermare la deforestazione che sta avanzando in maniera drammatica nel Kenya.