Europa chiude sull’onda degli acquisti

6 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Chiudono sull’onda degli acquisti le principali borse del Vecchio Continente, che già in corsa stamane hanno consolidato i buoni guadagni messi a segno la scorsa ottava. Le piazze di Eurolandia hanno beneficiato oggi, anche degli ottimistici dati provenienti dal mercato del lavoro statunitense di venerdì scorso, quando quasi tutte le principali borse erano chiuse per il Good Friday. All’orizzonte comunque rimangono i mai sopiti timori sul default della Grecia dopo che gli esperti del Fondo monetario internazionale inizieranno, domani, la loro missione nella penisola ellenica della durata circa due settimane. Lo ha reso noto lo stesso FMI. Gli esperti si ripropongono di fornire consulenza fiscale e gestionale sul debito pubblico con l’obiettivo di creare le condizioni per un eventuale prestito del Fondo ad Atene. Intanto, il Governo di Atene sembrerebbe pronto ad emettere entro il mese un bond multimiliardario in dollari,tutto questo mentre il rendimento sui bond greci a 10 anni è salito al 7,1%. Non sembra invece avere scalfito l’umore positivo degli investitori l’avvio sottotono della borsa di Wall Street, che al momento azzera le perdite dell’avvio e vede gli indici a stelle e strisce sostare intorno ai livelli della vigilia. Sul mercato valutario, l’euro continua a penare nei confronti della moneta unica. Il cable EUR/USD si attesta a 1,3377 dollari in calo dello 0,77%, mentre stasera alle 20,00, ora italiana, si attendono le minute della Fed sull’ultima riunionne di politica monetaria del 16 marzo nel quale l’istituto centrale americano ha ribadito l’intento di mantenere i tassi bassi ancora per un lungo periodo. Intanto, oggi il Primo Ministro britannico Gordon Brown ha annunciato che la data per le elezioni in Gran Bretagna sarà, come largamente atteso, il 6 maggio prossimo. Bruxelles ha chiuso con un rialzo dello 0,60% a 2696,66 punti, Parigi con un vantaggio dello 0,49% a 4053,94 punti ed Amsterdam con un progresso dello 1,19% a 355,61 punti. In lieve rialzo anche Francoforte +0,27% a 6252,21 punti, Londra +0,58% a 5778,1 punti e Madrid +0,84% a quota 11160,6. Zurigo chiude sulla linea di parità a 6888,9 punti.