Europa archivia la giornata contrastata

11 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Chiusura sull’onda del recupero per le principali piazze del Vecchio Continente, che, sebbene archivino gli scambi prevalentemente in rosso rimontano dai minimi toccati nel corso della seduta. Dopo un avvio in deciso calo gli investitori continentali hanno continuato sulla strada delle vendite fino all’apertura di Wall Street. La borsa d’oltreoceano dopo un esordio in calo ora è migliorata notevolmente e gli indici statunitensi si affacciano al di sopra della linea di parità. I timori sulla situazione della Grecia, che solo ieri sembravano dissipati, oggi sembrano non convincere del tutto gli investitori. Ad aggiungere nuove preoccupazioni ci ha pensato l’economia cinese dopo la diffusione dei dati sull’inflazione, che hanno evidenziato una crescita dei prezzi al consumo maggiore della stima del mercato Inoltre, la produzione industriale del colosso asiatico ha mostrato una crescita meno vigorosa del previsto. Dal fronte valutario, l’euro continua a penare nei confronti del dollaro. La moneta unica sembra non aver tratto beneficio dal piano messo appunto dall’Unione Europea. Gli investitori si sono mostrati scettici, continuando a privilegiare il biglietto verde, come bene rifugio. Il cable EUR/USD scambia a 1,2714 USD (-0,56%). Recuperano le quotazioni del prezzo del petrolio che scambia sui 77,48 dollari al barile. Bruxelles ha chiuso con un ribasso dell’1,13% a 2483,53 punti, Parigi con uno svantaggio dello 0,73% a 3693,2 punti ed Amsterdam con un regresso dello 0,52% a 333,48 punti. Scivola Londra -0,99% a 5334,21 punti. la pèeggiore è e Madrid che arretra del 3,32% a quota 10008,6. Uniche due note intonate Zurigo che archivia con un incremento dello 0,42% a 6509 punti e Francoforte +0,33% a 6037,71 punti. A livello settoriale le preoccupazioni circa una possibile stretta monetaria in Cina in scia alla forte inflazione fa vittime soprattutto tra le risorse di base, con il Dj Stoxx che cede l’1,76% punti percentuali.