EUROLANDIA: LA DISOCCUPAZIONE E’ IN CALO

5 Dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

A ottobre 2000 il tasso di disoccupazione nella zona euro è diminuito dal 9 all’8,9% rispetto a settembre.

Secondo Eurostat, istituto statistico europeo che oggi ha diffuso il dato, è la prima volta dal 1992 che il tasso di disoccupazione e’ sceso sotto il 9%.

A ottobre 1999 il dato era stato del 9,7%.
Nell’intera Ue la disoccupazione è passata all’8,2% in ottobre, in calo rispetto all’8,3% di settembre.

A ottobre i tassi più bassi di disoccupazione sono stati registrati in Lussemburgo (2,1%), Olanda (2,7%, dato fermo a settembre) e Austria (3,2%).

Con il 13,6% la Spagna si conferma il Paese con la piu’ alta percentuale di disoccupati.

Per l’Italia l’ultimo dato disponibile e’ quello di luglio (10,5%).

Negli ultimi dodici mesi, invece, la disoccupazione e’ diminuita in tutti gli Stati membri. I cali piu’ significativi si sono avuti in Irlanda (dal 5,3% dell’ottobre ’99 al 4,2% di ottobre 2000), Svezia (dal 6,7% al 5,4%) e Francia (dal 10,9% al 9,3%).

La percentuale dei disoccupati sotto i 25 anni e’ scesa al 17,1% ad ottobre nella zona euro (18,4% nell’ottobre 1999) e al 16,1% (17,2% nell’ottobre 1999) nell’intera Ue.

La forbice va dal 5% di Austria e Olanda a oltre il 25% della Spagna e oltre il 30% dell’Italia (il cui dato e’ pero’ fermo a luglio).