Eurodollaro: movimento rialzista

21 Marzo 2012, di Redazione Wall Street Italia

Legnano – Giornate molto contrastate sui mercati valutari in cui le notizie positive si susseguono a negative.

L’Efsf ha emesso 1,9 miliardi di euro in bond ma il bid to cover è stato inferiore rispetto alla precedente emissione. Il prezzo del petrolio in salita che da un lato riflette un aumento della domanda con effetti positivi nel breve per la ripresa economica, dall’altro lato si teme che in invece in un medio periodo questo comporti una contrazione dei consumi di energia. Questo aspetto è particolarmente preoccupante in Cina dove la forte ascesa del prezzo del petrolio ha già provocato una contrazione nel settore industriale e quello che maggiormente preoccupa gli operatore è il comparto auto. Nello stesso tempo assistiamo al Governo cinese ad accelerare i programmi della riforma e a voler rendere lo Yuan libero di fluttuare rendendo più flessibile il tasso di cambio della valuta. La manovra è studiata nel far accumulare lo Yuan ai paesi vicini con un surplus commerciale partendo da Hong Kong e da qui verso altre piazze come Singapore, e Londra.

Osserviamo lo spread che riesce ad arrivare a 285. Molti operatori considerano un livello fondamentale, il superamento della soglia di 180. Le riforme del lavoro, le liberalizzazioni fatte a dovere e una presa di responsabilità da parte di quella classe politica assente sarebbe l’impulso decisivo. Gli operatori finanziari professionisti sanno esattamente come e dove muovere i capitali con pochi click del mouse, e questo dovrebbe essere visto come una grossa opportunità per la nostra classe politica di fare del loro meglio per portare il nostro paese a crescere più forte che mai. Ora che hanno puntato su di loro i riflettori della finanza internazionale hanno una grandissima opportunità per far vedere le loro capacità di governare bene.

EurUsd
Osservando il grafico daily si vede che dal 15 marzo è in atto un movimento rialzista. Prendendo le analisi passate si può notare come più volte abbiamo parlato dell’area a 1.3330. Se la tendenza continua essere positiva consigliamo attenzione ai valori presso tale area. Facciamo attenzione anche ad un possibile storno che incontrerebbe un supporto in area 1.3220. Osserviamo come lo stocastico sia a rialzo e pure il macd sia pronto a tagliare a rialzo la linea dello 0.

UsdJpy
Osserviamo come la tendenza di fondo rialzista iniziata il 2 di febbraio abbia congestionato dal 1 di marzo al 7 per poi ripartire in salita fino al 15 di marzo dove permane una congestione fino ad oggi.
È chiaro il trend ma gli indicatori in particolare AC di Bill Williams mostra un netto rallentamento, ma inizi addirittura a essere sotto lo zero. Pertanto al momento i segnali di rialzo non ci sono.

EurJpy
Osserviamo il grafico settimanale e si capisce bene la tendenza a rialzo con la prima resistenza a 115,00 ed un supporto a 108. I movimenti sono molto veloci su questo cross per cui meglio osservarlo a periodi di ampio respiro.

GbpUsd
Sul cable abbiamo i prezzi compresi in un range tra 1,5820 e 1,5900. Osservando gli indicatori ci sembrerebbe chiara la tendenza a toccare nuovamente l’importante resistenza a 1,5900. Se toccato questo valore allora bisogna prestare attenzione ad una forte accelerazione dei prezzi. Nel breve un movimento ribassista porterebbe i prezzi in area del supporto a 1,5860.

EurChf
Sul franco svizzero possiamo solo constatare nuovamente la congestione tra 1,2050 e 1,2065, pertanto chi vuole operare ha bene in evidenza i range delle oscillazioni dei prezzi. Impennate dei prezzi come quelli avvenuti tra il 13 e 15 di marzo se non escono notizie particolari o rumors non dovrebbero accadere.

AudUsd
Se abbiamo visto chiaramente la fase di rialzo iniziata il 15 di dicembre seguita dalla congestione tra 8 febbraio e il 2 di marzo, ora la tendenza è a ribasso con il primo supporto importante a 1,030.
Nel caso di una inversione di rotta troviamo nel breve il valore della resistenza dinamica a 21 periodi posta a 1,060

Copyright © FXCM per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da FXCM Forex Capital Markets. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.