Eurodollaro continua a viaggiare all’interno di due binari paralleli

29 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Legnano – Mercato laterale con ampi sbalzi di volatilità. Così potremmo descrivere la situazione attuale che ieri, giornata di riposo per gli Americani, e durante la notte ha mostrato movimenti nervosi dovuti al connubio liquidità ridotta/ritorno della liquidità con la partenza asiatica.

Questa notte i mercati azionari asiatici, partiti in negativo sulla scia del sentiment principale degli operatori fino a quel momento, ha girato in territorio positivo grazie a dei rumor sulla Cina che, a quanto pare, dovrebbe mettere in campo e comunicare al mercato delle misure di aiuto alla crescita di quella che risulta essere la seconda economia del globo.

Questo è sentore di come la preoccupazione circa il destino dell’area euro si stia consolidando a livello globale (abbiamo ragionato ieri anche sul discorso svizzero) e questo potrebbe pesare sulla moneta unica europea che come abbiamo visto, ha abbandonato i livelli di supporto che hanno funzionato per tutta la prima parte dell’anno e le condizioni reali che riguardano il mercato valutario, soprattutto sul fronte tassi di interesse overnight, continuano a forgiare in noi l’idea che per ora su qualsiasi rimbalzo della moneta unica europea si possa pensare di continuare a venderla.

Attenzione alle possibili aperture in gap a rialzo per le borse europee, l’Asia potrebbe determinare un seguito di acquisti di brevissimo termine sul rischio (correzioni).

EurUsd
Il percorso laterale incominciato dalla moneta unica mercoledì della settimana passata non accenna a mutare. Ci troviamo quindi in una situazione meno volatile del solito con il cambio eurodollaro che viaggia compreso fra due binari paralleli: troviamo il supporto in area 1.25, così come troviamo il livello di resistenza a 1.2625. Trattandosi di una figura di continuazione (un rettangolo ribassista) le maggiori attenzioni vanno indirizzate verso la parte bassa per una continuazione del trend negativo di medio-lungo periodo.

UsdJpy
I giorni passano ed il grafico di UsdJpy appare sempre il medesimo. Ci troviamo in presenza di un preciso trend ribassista con un’area di inversione posta a 80 figura. Un nuovo impulso ribassista, dopo la parentesi laterale dell’ultima settimana, potrebbe avvenire oltre 79.50.

EurJpy
Il cambio EurJpy continua a viaggiare nei pressi di 100 figura e non fornisce nessun segnale di tendenza nel breve periodo. Un grafico orario mostra perfettamente come 99.40 e 100.25 siano i due livelli da considerare per un movimento di breakout che, se dovesse avvenire a ribasso, rappresenterebbe la conferma della ripresa del trend in calo per l’obiettivo di 98.50.

GbpUsd
L’analisi tecnica del cable si presenta molto poco originale. Un grafico daily probabilmente restituisce lo scenario più interessante dato che si evince con precisione come il livello di 1.56-1.5630 sia il più importante per anticipare un movimento esplosivo a ribasso indirizzato al raggiungimento del minimo dell’anno.

EurChf
Dopo gli eccessi di giovedì scorso il cambio EurChf sta mostrando un ordinato rientro all’interno del range mantenuto per giorni. Ora i prezzi si sono stabilizzati nei pressi di 1.2020, ma sappiamo che sarebbe possibile un nuovo ritorno a 1.2015, prezzo medio mantenuto dall’inizio di aprile da cui i prezzi si potrebbero allontanare solo grazie a qualche indicazione proveniente dalla SNB.

AudUsd
Il recupero del dollaro australiano, di 150 pip, dal minimo di settima scorsa è ancora ben limitato dalla trendline positiva che indica un livello di supporto dinamico passante in area 0.98 per le prossime ore. 0.9940 potrebbe essere il primo obiettivo di questo percorso rialzista.

Copyright © FXCM per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da FXCM Forex Capital Markets. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.