EURO: VOGLIA DI RECUPERO A DISPETTO DELLE STIME

23 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Impazzisce la moneta di eurolandia nelle primissime ore della mattinata, con un vistoso incremento già in Asia che poi si è acuito successivamente. Il cross eur/usd sta trattando a 1,3669 mentre quello usd/yen vale 90,88, con la valuta nipponica in ascesa, per la sua natura di bene rifugio.

Nel frattempo, monta l’attesa per l’audizione del presidente della Fed, Ben Bernanke, attesa per la giornata di domani e per la revisione del Pil Usa del 4° trimestre, in calendario venerdì prossimo.

Oggi in calendario ci sono invece l’Ifo della Germania di febbraio ed in Usa l’indice S&P Case Shiller di dicembre e la fiducia dei consumatori di febbraio.

Le ultime indicazioni sulla performance dell’euro non sono state affatto confortanti.

Nella giornata di ieri il miliardario George Soros ha parlato infatti di un futuro a rischio per la moneta unica.

E in più, stando alla performance dei derivati, la discesa dell’euro continuerà inesorabile .

Detto questo, oggi la valuta europea ha voglia di rialzi e recupera con decisione rispetto alla giornata di ieri, quando è stata scambiato a 1,3599 dollari dopo la chiusura delle contrattazioni di Wall Street, quasi invariata rispetto a venerdì.