EURO AI MINIMI DI DUE ANNI, ATTESO UN TAGLIO DEI TASSI

22 Ottobre 2008, di Redazione Wall Street Italia

L’euro è scivolato ai minimi dal novembre 2006, in un mercato che scommette su un energico taglio dei tassi d’interesse da parte della banca centrale europea con la recessione sempre più vicina. La divisa unica è scesa fino a 1,2747 dollari da 1,3063 di ieri, e intorno alle 12,30 italiane passa di mano a 1,2917. L’euro è anche sceso ai minimi di oltre quattro anni contro lo yen, a 126,95, per poi recuperare terreno a 127,55. Forti perdite anche per la sterlina, scesa fino a 1,6203 dollari, ai minimi dal settembre 2003, da 1,6706 di ieri. A colpire la divisa unica è lo scetticismo dei mercati sugli sforzi delle banche centrali per rimettere in circolo la liquidità sui mercati creditizi: si teme che gli interventi delle autorità finanziarie non riescano a impedire una recessione globale, e ciò sta rafforzando le aspettative per un energico taglio dei tassi d’interesse.(ANSA).