Esordio in rally per le borse europee

21 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Le borse europee aprono la settimana in rally, spinte dall’exploit messo a segno dei mercati asiatici, dopo che la Cina ha annunciato l’intenzione di rendere più flessibile il cambio dello yuan. La notizia è arrivata nel corso del week-end, quando la Peoples Bank of China ha sottolineato che adeguerà progressivamente il cambio dello yuan al dollaro, nell’arco di un adeguato periodo di tempo. La rivalutazione della moneta cinese, dunque, non avverrà istantaneamente, ma consentirà al Paese asiatico di raffreddare la crescita dell’inflazione e spegnere la polemica internazionale sulla rigidità dello yuan. Una decisione che è stata presa proprio nell’imminenza del vertice del G20, in calendario a Toronto la prossima settimana, ed in risposta alle sollecitazioni giunte dal presidente USA, Barack Obama. Intanto, l’euro avvia la settimana all’insegna della forza, scambiando sugli 1,244 USD, dopo aver toccato un massimo in prossimità degli 1,247 dollari. IN agenda questa settimana c’è il meeting del FOMC, il comitato di politica monetaria della Federal Reserve. Fra le piazze europee la migliore è Amsterdam, che balza dell’1,89% a 342,41 punti, inseguita da Francoforte che sale dell’1,72% a 6323,81 punti e Parigi dell’1,71% a 3750,35 punti, Bene anche Madrid che recupera l’1,6% a 10131,2 punti, mentre Bruxelles cresce dell’1,28% a 2561,26 punti. Stessa impostazione per Londra che guadagna l’1,27% a 5317,64 punti. A livello settoriale si segnala l’ottima performance dei minerari, che guadagnano oltre il 4%, ma brillano anche le auto e gli industriali. Effervescenti le banche.