ERICSSON:PERDITA PIU’ AMPIA SENZA BENEFICI FISCALI

20 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Sul risultato trimestrale di Ericsson (ERICY – Nasdaq), gruppo svedese produttore di telefoni cellulari e infrastrutture per la telefonia mobile, influisce notevolmente la stima dei benefici fiscali di cui la societa’ potra’ avvalersi in futuro.

Ericsson valuta questi benefici oltre 6 miliardi di corone (*). La perdita per il secondo trimestre quindi, prima di conteggiare il potenziale recupero fiscale, e’ stata in realta’ di 20,327 miliardi di corone svedesi e non di 14,2 miliardi di corone, come comunicato dalla societa’ venerdi’ mattina.

(*) una corona svedese corrisponde attualmente a 0,1078 euro.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


UTILI: ERICSSON, PERDITA DI 14,2 MLD CORONE