ENI NON CREDE ALLE TLC, VIA DA ALBACOM E BLU

30 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Eni pensa di tagliare gli asset delle tlc riducendo la propria quota nel consorzio di telefonia fissa Albacom e nell’operatore di telefonia mobile Blu.

“La nostra strategia è di alleggerire la nostra posizione in Albacom e di portare la società di telefonia in Borsa”, ha detto l’amministratore delegato Vittorio Mincato, ipotizzando il collocamento della società.

Albacom è controllata da Albacom Holdings (a sua volta posseduta al 50,5% da British Telecom e il restante 49,5% da Bnl), da Mediaset (presente con il 19,5% e dal “cane a sei zampe”, che possiede invece il 35%).

Eni controlla anche Blu attraverso Italgas: per Blu Mincato non riesce a prevedere un futuro diverso dalla liquidazione, dalla cessione in toto o dal break up. Ma è certo che a Eni le tlc non interessano più.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.