Eni: continueremo a lavorare in Iran

6 Ottobre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Eni intende continuare a operare in Iran, ma è pronta a tener conto di eventuali sanzioni diplomatiche da parte delle Nazioni Unite nei confronti di Teheran. Lo dice l’amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni, spiegando che in Iran, dove Eni è presente dal 1957 e dove si trovano ”riserve di idrocarburi gigantesche, se ci saranno iniziative dell’Onu ne terreno conto, ma il nostro desiderio è continuare a lavorare in questo Paese”.