Energia, UE propone corridoi prioritari per reti elettriche e gasdotti

17 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Sono state definite oggi dalla Commissione Europea le priorità per le infrastrutture energetiche dei prossimi vent’anni, con lo scopo di rendere le reti adatte al ventunesimo secolo. In particolare, è stata posta attenzione ai corridoi per il trasporto di elettricità, gas e petrolio. La mappa di priorità, si legge in una nota, sarà la base per per i permessi futuri e i finanziamenti da parte dell’Unione. Queste mappe di corridoi saranno la base per i progetti concreti e di interesse europeo che saranno definiti nel 2012. Nel settore elettrico sono stati definiti quattro corridoi principali: una rete offshore nei Mari del Nord connessa con l’Europa settenttrionale e centrale per trasportare corrente prodotta nei parchi eolici offshore alle grandi città, una interconnessione nell’Europa sud-occidentale; una nell’Europa centrale e sud-orientale e l’intergrazione del mercato baltico in quello europeo. TRe i corridoi nel settore gas: uno a Sud, una integrazione del mercato energetico baltico, un corridoio Nord-Sud nell’Europa occidentale.