ENERGIA DA BIOMASSE, NUOVI IMPIANTI IN EMILIA

10 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Bologna, 10 set – Saranno realizzati in Emilia-Romagna – grazie a un bando regionale – cinque nuovi impianti per la produzione di energia elettrica o calore a partire dalle biomasse di origine vegetale. Gli impianti saranno gestiti direttamente dagli agricoltori che usufruiranno di un contributo dalla Regione pari al 35% della spesa massima ammissibile, che ammonterà a 500 mila euro per le aziende singole e a 1,5 milioni di euro per quelle associate. Quattro le tipologie di impianti previste: a gas combustibile derivante dall’ossidazione di materia organica, a combustione diretta di legno e palletts, ad olio combustibile derivante da colza o girasole e quelli a biogas prodotto dalla fermentazione batterica di residui vegetali o di coltivazioni dedicate. In tutti i casi, la potenza massima non potrà essere superiore ad 1 MW. Le aziende che hanno ottenuto il finanziamento (due nel piacentino, due nel bolognese ed una in provincia di Forlì-Cesena) si aggiungono alle 21 che – grazie a un bando precedente con una dote finanziaria di 4,5 milioni di euro che ha sviluppato investimenti privati per 9 milioni di euro – avevano potuto usufruire di un cofinanziamento pubblico e sale così a 26 il numero degli impianti (già realizzati o in corso di realizzazione) per la produzione di energia da biomasse gestiti da aziende agricole in Emilia-Romagna, che è la prima in Italia in questo settore.