Mercati

Emirati Arabi : proteste per monopolio dei datteri

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Gli esportatori di prodotti alimentari degli Emirati Arabi Uniti sono furiosi per la decisione della Società di datteri Emirates Dates di Abu Dhabi di vendere il suo intero raccolto di datteri esclusivamente a due acquirenti, monopolizzando di fatto il mercato e portando a un aumento del prezzo del prodotto.
I commercianti hanno detto che questa “imprudente” decisione ha creato una situazione negativa per il mercato dell’esportazione dei datteri degli Emirati. “Eravamo soliti – ha detto uno di loro al Khaleej Times – acquistare i datteri iracheni per un ulteriore export verso l’Estremo oriente e il sud est asiatico, ma quest’anno dal momento che il mese di Ramadan inizia alla fine di settembre e il raccolto iracheno non sarà pronto prima della prima settimana di ottobre, non possiamo che contare sui datteri degli Emirati”. I datteri iracheni Zahedi lo scorso anno sono stati venduti a circa 250 dollari per tonnellata. Ma dopo la decisione della Emirates Dates di vendere il suo raccolto alla House of Dates e alla Al Bilal Trading, il prezzo dei datteri degli Emirati, comprese le varietà Sayer e Naghad, che l’anno scorso si aggiravano intorno ai 280 dollari, hanno raggiunto i 500 a tonnellata. Anche il prezzo dei raccolti iracheni, che toccherà il mercato degli Eau, dovrebbe crescere, raggiungendo i 300 dollari per tonnellata.