EMILIA ROMAGNA: AL VIA IL PIANO TELEMATICO

30 Luglio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Bologna, 30 lug – Nascono la società “Lepida” e la “Community Network” telematica della Regione Emilia Romagna e degli enti locali per la fornitura e gestione della rete telematica a banda larga. La Giunta regionale ha deliberato la costituzione della società che diverrà titolare della grande rete telematica a banda larga – realizzata dalla Regione d’intesa con tutti gli enti locali e che collega anche aziende sanitarie e università – e della nuova rete radiomobile “R3” in tecnologia “Tetra”, anch’essa ormai completata, per i servizi di emergenza sanitaria, Protezione Civile e sicurezza. Lepida avrà un capitale inizialmente interamente sottoscritto dalla Regione (120.000 euro), ma è previsto che vi entrino a far parte via via anche gli enti locali dell’Emilia-Romagna che conferiranno anch’essi alla Società Lepida, come la Regione, i pezzi di reti urbane che si stanno realizzando, dopo i completamenti delle dorsali, per ultimare in ogni città il collegamento delle diverse sedi degli enti. Lepida sarà una società leggera – 30 persone a regime –, con un consiglio di amministrazione di soli tre componenti; la Giunta regionale ha designato come presidente Gabriele Falciasecca, ordinario di “Microonde” presso la facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna. Nell’attività di Lepida saranno impegnate risorse interamente derivanti da quelle già impegnate per la realizzazione del Piano Telematico.