ELEZIONI USA: MERRILL LYNCH VOTA COL PORTAFOGLIO

13 Dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

La casa di brokeraggio Merrill Lynch e’ convinta che la corsa alle elezioni presidenziali Usa sia finita e annuncia la variazione del proprio portafoglio modello.

Nella nuova formulazione, il settore azionario rimane quello privilegiato, con il 65% degli investimenti, seguito dai bonds (obbligazionario) con il 30% e da un 10% in liquidita’.

La formulazione precedente prevedeva un 60% in azionario, 30% in obbligazionario e 15% in liquidita’.

“La decisione della Corte Suprema del 12 dicembre aumenta considerevolmente la possibilita’ che queste elezioni vengano concluse con il voto dei Grandi Elettori [della Florida]”, ha detto Christine Callies, che dirige la divisione di investimenti strategici per Merrill Lynch a New York.

Alcune settimane fa la banca d’affari aveva indicato che un sovrappeso del settore azionario sarebbe stato possibile a due condizioni: segnali di risoluzione delle elezioni, e segnali di un possibile cambiamento di rotta della politica monetaria Usa.

Secondo Callies, entrambe le condizioni si sono verificate.

Il presidente della Feredal Reserve, Alan Greenspan, ha infatti indicato in recenti interventi che la Fed potrebbe annunciare un orientamento piu’neutrale e meno rialzistico verso i tassi di interesse Usa gia’ a partire dalla prossima riunione del comitato di politica monetaria il 19 dicembre.

Per una copertura completa vedi ELEZIONI USA:
SPECIALE WALL STREET ITALIA