ELEZIONI USA: DEMOCRATICI SCOPRONO LE CARTE

15 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

E’ attesa tra pochi minuti la conferenza stampa di William Daley e Warren Christopher, rispettivamente il responsabile della campagna elettorale e il massimo consigliere del candidato democratico Al Gore.

Daley dovrebbe scoprire le carte e annunciare le contromosse dei democratici dopo la decisione del segretario di stato della Florida, Katherine Harris, di rivolgersi al tribunale per fermare la conta manuale dei voti che la commissione elettorale di Palm Beach ha deciso di continuare a oltranza.

Il conteggio manuale- ha dichiarato Harris – “produrra’ un’imprevedibile varieta’ di risultati e interpretazioni”.

I voti certificati sinora, ma c’e’ tempo sino alle 14 di oggi (ora di New York) concedono al candidato repubblicano, George W. Bush, un vantaggio di 300 preferenze.

Difficile prevedere la decisione della Corte suprema della Florida, ma lo scontro decisivo per la Casa Bianca sembra ormai destinato a risolversi nelle aule di giustizia.

All’esercito di avvocati che tutelano gli interessi di Al Gore, si e’ intanto aggiunto un pezzo da novanta: David Boies, il capo del collegio legale che ha rappresentato la divisione antitrust del dipartimento di Giustizia Usa nella causa contro Microsoft, uscendo vincitore in primo grado.

Per una copertura completa vedi ELEZIONI USA:
SPECIALE WALL STREET ITALIA