ELEZIONI USA: DA ZURIGO I DERIVATI BUSH E GORE

10 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Vontobel, quinta banca svizzera per grandezza e seconda per prodotti derivati, ha deciso di cavalcare la sfida alla Casa Bianca personalizzando i suoi servizi.

Da mercoledì 8 novembre, cioè all’indomani del supermartedì che non ha prodotto un vincitore tra i due candidati alle presidenziali americane, la banca offre derivati finanziari chiamati ‘Al Gore’ e ‘George Bush’.

Gli operatori della banca di Zurigo hanno spiegato a Wallstreetitalia che si tratta di opzioni su pacchetti di titoli di società statunitensi che potrebbero trarre vantaggio dall’elezione di un candidato o dell’altro.

Per il momento, è stato ammesso, le richieste di informazione superano quelle di sottoscrizione. In realtà l’idea iniziale riguardava solo George W. Bush; poi quando è scoppiato il caso Florida e Gore si è rimesso in gioco, si è ampliato il pacchetto di offerta.

Tra i titoli del pacchetto Bush figurano Philip Morris
(MO), Pzifer (PFE), Microsoft
(MSFT), General Dynamics
(GD), Lockheed Martin
(LMT) e International Paper
(IP).

Tra i “titoli democratici” figurano Merck and Co
(MRK), Fannie Mae (FNM), Freddie Mac (FRE), Devry Inc. (DV), United Technology
(UTX).

Le due opzioni “Al Gore” e “George Bush” saranno collocate alla Borsa di Zurigo la prossima settimana al prezzo iniziale di 2,90 franchi svizzeri.

Per una copertura completa vedi ELEZIONI USA:
SPECIALE WALL STREET ITALIA