ELEZIONI USA: CORTE SUPREMA RINVIA A LUNEDI’

1 Dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

La Corte suprema degli Stati Uniti ha aggiornato l’udienza a lunedi’ prossimo alle ore 10. I giudici hanno scelto di aspettare tutto il fine settimana prima di pronunciarsi sulla legittimita’ della verifica manuale delle schede.

In aula non sono state ammesse le telecamere ma solo alla fine dell’udienza la Corte suprema ha concesso i nastri audio contenenti la registrazione dell’udienza, che sono stati trasmessi dai principali network americani.

I nove giudici hanno tenuto sotto il torchio gli avvocati delle parti, cercando soprattutto di capire su quali presupposti si basasse un ricorso al massimo organo federale di giustizia quando la materia del contendere sembra basarsi squisitamente sulle leggi statali della Florida.

Gli osservatori, fra cui molti esperti di diritto, giudicano assolutamente impossibile avanzare previsioni su quale sara’ il giudizio della Corte.

Davanti alla sede della Corte suprema a Washington, continano a manifestare circa duecento persone, equamente divise fra i sostenitori di George W. Bush e Al Gore.

Molti di loro hanno trascorso la notte all’addiaccio sperando di essere fra i primi 50 a essere ammessi in aula come spettatori. Incurante del vento gelido anche il miliardario repubblicano, gia’ candidato ala presidenza, Steve Forbes. Alla fine e’ riuscito a entrare.

Per una copertura completa vedi ELEZIONI USA:
SPECIALE WALL STREET ITALIA