EFFETTO FMI SULL’ORO, SCIVOLA SOTTO 1.100 USD

18 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Indietreggia con decisione l’oro nella giornata odierna dopo l’exploit della vigilia.

A deprimere i corsi del metallo giallo non solo l’apprezzamento del biglietto verde ma anche la decisione del Fondo monetario internazionale (FMI) di vendere a breve 191,3 tonnellate d’oro per raccogliere nuove risorse da concedere in prestito. Gli acquirenti potrebbero essere le banche centrali asiatiche.

Sul Globex l’oro è scivolato sotto la soglia dei 1.100 dollari l’oncia dopo aver toccato ieri oltre 1.126 usd/oncia.