EDISON: PER ITALENERGIA NESSUN OBBLIGO DI OPA

14 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

L’operazione Italenergia Bis può andare avanti.

La Consob, organismo di vigilanza per la Borsa e i mercati, infatti, ha deciso che non è necessario il lancio di un’offerta pubblica d’acquisto (Opa) obbligatoria sulle azioni Edison dopo le nuove intese raggiunte dai soci.

L’ipotesi era sorta dopo che Fiat aveva ceduto il 14% di Italenergia a un consorzio di banche composto da Intesa Bci, Sanpaolo Imi e Capitalia.

Prende quindi corpo Italenergia Bis, la holding che ha ereditato la partecipazione in Edison con gli stessi azionisti della precedente Italenergia.

Consob ha quindi stabilito che nulla osta alla creazione di Italenergia Bis e che non vi sono conflitti neanche con la legge che limita al 2% i diritti di voto dell’azionista Eletricte de France (Edf che possiede il 18% di Italenergia Bis).

A Piazza Affari il titolo Edison è in calo di oltre un punto percentuale. In rosso anche tutti gli altri titoli delle società coinvolte.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana