Edison, costituita società per realizzazione gasdotto Grecia-Bulgaria

4 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – BEH (Bulgarian Energy Holding) e IGI Poseidon SA (joint venture paritetica tra DEPA, la società pubblica del gas in Grecia, ed EDISON) hanno finalizzato oggi l’intesa per la costituzione dell’Asset Company (BEH 50% e IGI Poseidon SA 50%) che realizzerà il nuovo gasdotto IGB (Interconnector Greece–Bulgaria) fra Grecia e Bulgaria. Lo si legge in una nota. Dopo le approvazioni formali da parte delle rispettive società, verrà dato avvio alle attività di ingegneria propedeutiche alla costruzione del gasdotto. L’IGB trasporterà nuovo gas dal Corridoio Sud verso la Bulgaria e i paesi balcanici. Il Corridoio Sud comprende il collegamento tra Turchia, Grecia e Italia (ITGI) che consentirà all’Europa di importare circa 10 miliardi di metri cubi di gas naturale all’anno dalle aree del Mar Caspio e del Medio Oriente. Con una capacità compresa fra 3 e 5 miliardi di metri cubi di gas all’anno, l’IGB avrà una lunghezza di 160 chilometri e collegherà Komotini (Grecia) e Stara Zagora (Bulgaria). L’IGB consentirà alla Bulgaria di diversificare le proprie rotte di approvvigionamento accedendo alle fonti provenienti dalle aree del Mar Caspio (ad esempio Azerbaijan) attraverso la Grecia. Gli investimenti previsti per la realizzazione del metanodotto IGB ammontano complessivamente a 140 milioni di euro, con la possibilità di accesso a fondi previsti dall’European Economic Recovery Plan dell’UE per circa 45 milioni di euro. L’entrata in funzione del metanodotto è prevista nel 2013. “L’accordo di oggi rafforza ulteriormente l’importanza strategica dell’ITGI accreditato come il più avanzato progetto per l’apertura del Corridoio Sud”, ha dichiarato Umberto Quadrino, Amministratore Delegato di Edison. “Con la diramazione verso la Bulgaria l’ITGI acquista una forte valenza regionale nel sud est Europa consentendo ai paesi balcanici di accedere a nuove fonti e rotte di approvvigionamento. Attraverso questo progetto, Edison conferma inoltre la sua presenza come operatore di riferimento nel settore energetico nel sud est Europa.” “L’IGB permetterà di portare gas in Bulgaria e attraverso la Bulgaria verso gli altri paesi del sud est europeo e diversificare le fonti di approvvigionamento nella regione sia attraverso gasdotto dall’area del Caspio che attraverso LNG attraverso l’attuale e futuro terminale di rigassificazione in Grecia. La Grecia potrà diventare un importante hub energetico e DEPA un player di rilievo nella regione, ha dichiarato Harry Sachinis, Presidente e Amministratore Delegato di DEPA. “Il progetto IGB è un reale passo in avanti per la diversificazione e la sicurezza degli approvvigionamenti del paese e della regione nel medio termine. Questo è un progetto prioritario specie considerando la possibilità di sviluppo e maggior competitività del mercato regionale di cui potranno beneficiare i consumatori finali”, ha dichiarato Galina Tosheva, Executive Director di Bulgarian Energy Holding.