ECONOMIA USA: TRAGEDIA ANNULLA LE PREVISIONI

12 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

La tragedia delle Torri Gemelle ha cancellato
tutte le previsioni sull’economia americana

Non solo, qualsiasi cosa accadra’ negli Stati uniti, avra’ inevitabilmente effetto
sulle stime dell’economia mondiale.

Fino a ieri, il futuro dell’economia, (e l’eventuale entrata in una recessione), dipendeva dalla possibilita’ che i tagli ai posti di lavoro inibissero la spesa al consumo,
dalla ripresa o meno degli investimenti, dall’aumento o dalla diminuzione delle costruzioni e dei prezzi delle case.

Adesso, sostengono gli economisti, quello che accadra’ all’economia americana
dipende solo da come la gente reagira’ all’atto terrorista di martedi’.

Il grande problema per l’economia, al di la’ degli enormi costi iniziali per riparare i danni
causati dall’attacco, e’ nella possibilita’, a parere di molti esperti, che i consumatori si astengano da ogni spesa finche’ non sapranno chi e’ il responsabile dell’assalto e sopratutto se c’e’ ancora pericolo che questo accada di nuovo.

“La gente ora e’ spinta a cercare informazioni e a sospendere il proprio giudizio
e penso che questo influenzera’ anche la propensione all’acquisto – ha dichiarato
Richard Curtin, direttore delle ricerche sui consumatori
presso l’Universita’ del Michigan – la genta avra’ paura di andare nei
luoghi pubblici nei prossimi giorni e penso che i consumatori non si recheranno
nei grandi magazzini e nelle concessionarie di macchine almeno per un po’”

“Questa ovviamente, sara’ la causa del declino della spesa al consumo” ha concluso Curtin.

In passato, eventi catastrofici hanno spesso avuto effetti sulle direzioni dell’economia. La crisi del Golfo Persico, con l’agitazione che ha portato e l’aumento del prezzo del petrolio, ad esempio ha contribuito a scatenare la recessione del 1990 1991.