ECONOMIA USA: RIPRESA ANCORA LONTANA

31 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Gran parte degli economisti credono che l’economia statunitense non si rafforzera’ e riprendera’ prima dell’inizio del prossimo anno.

Cosi’ la pensa anche Subodh Kumar della banca d’affari CIBC World Market, come ha dichiarato alla redazione di Wall Street Italia.

“Credo che attualmente stiamo attraversando un periodo difficile ma che entro il quarto trimestre dell’anno la manovra fiscale attuata dall’amministrazione Bush iniziera’ a spingere in su il PIL”, ha affermato l’economista.

Non solo. La politica monetaria della Fed necessita di 12 mesi per ottenere gli effetti sperati di rilancio economico. Ragion per cui si dovra’ attendere l’inizio del prossimo anno.

“Negli Usa una ripresa economica guidata non solo dal taglio fiscale si vedra’ non prima del secondo trimestre del prossimo anno”, ha continuato Kumar.

Un recupero dell’economia necessitera’ di maggior tempo dall’altra parte dell’Atlantico. A causa del ritardo con cui la BCE sta dando vita a una politca mometaria espansiva la ripresa europea arrivera’ con minimo sei mesi di ritard rispetto agli Usa.

“Credo che la ripresa nel Vecchio Continente ci sara’ nella seconda meta’ del 2002 piuttosto che nel primo semestre”, ha concluso Kumar.

VEDI:


ECONOMIA USA: SI PUO’ EVITARE RECESSIONE?

ECONOMIA USA: COSA PREVEDE BUFFETT

ECONOMIA USA: C’E’ CHI VEDE RECESSIONE

ECONOMIA USA: RIPRESA A ‘W’, MA SENZA GRINTA