ECONOMIA USA: ‘RIDURREMO IL DEFICIT’, DICE SNOW

26 Agosto 2004, di Redazione Wall Street Italia

Il disavanzo pubblico che grava sugli Stati Uniti, verrà ridotto, nei prossimi anni, “a livelli inferiori alla media storica” americana anche grazie ad una economia sostenuta da buoni fondamentali. Lo ha sostenuto in una intervista al settimanale Business Week il segretario al Tesoro statunitense, John Snow.

“Siamo in corsa per ridurlo”, ha osservato parlando del deficit. “Al ritmo che stiamo tenendo lo ridurremo, in pochi anni, ad un livello ben al di sotto della nostra media storica. Questa – si legge sul sito del magazine – è intorno al 2,2% del prodotto interno lordo, in quattro anni la porteremo all’1,5%-1,6%. Stiamo facendo buoni progressi”.

Il responsabile del dicastero economico di Washington, poi, non appare preoccupato per il futuro dell’economia americana poiché, nonostante la recente frenata sul mercato del lavoro, “i fondamentali rimangono molto solidi, l’inflazione è bassa, la produttività alta così come la profittabilità. La politica fiscale e quella monetaria – ha aggiunto – continuano a concorrere, insieme, ad una crescita accomodante”.

In pratica una professione di ottimismo che Snow non smentisce nemmeno di fronte alla recente impennata dei costi del petrolio. “In questo momenti i costi energetici sono un fardello per l’economia. Tuttavia, anche in caso di una sgradita e insostenibile” salita dei prezzi, “continueremo a compiere buoni e reali progressi”.