Economia Usa: disoccupazione, sussidi in rialzo a 471000

20 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Nella settimana che si e’ conclusa il quindici maggio le nuove richieste per sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti sono aumentate di 25000 unita’ a quota 471000, segnalando una situazione in peggioramento del mercato del lavoro.

Lo ha comunicato il Dipartimento del Lavoro Usa. Si segnala un’inversione di tendenza rispetto agli ultimi mesi. Da marzo le richieste si erano infatti mantenute su livelli compresi in aerea 442-454 mila.

I dati si sono rivelati peggiori alle attese del mercato. Gli analisti si aspettavano in media un valore piu’ basso, pari a 439000 unita’. La cifra della settimana precedente e’ stata di 446000 (dato rivisto da 444000).

Non correre il rischio di perdere il rialzo di Wall Street. Guadagna con INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa meno di un caffe’, solo 0.86 euro al giorno, provalo ora!

Quanto al numero di persone che continua a ricevere assegni di sussidio, la cifra e’ scesa a 4.627 milioni da 4.615 milioni. Anche in questo caso le cifre fanno peggio delle previsioni, che erano per un risultato di 4.610 milioni. La media mobile su quattro settimane e’ salita di 3000 unita’ a quota 471000.

Molte societa’ hanno imposto tagli al personale per cercare di restare redditizie, anche se dall’inizo dell’anno altre hanno invece aggiunto forza lavoro ogni mese. L’occupazione storicamente impiega molto tempo prima di tornare a prosperare.

“I sussidi rimangono su livelli preoccupantemente alti”, ha dichiarato a Bloomberg Aaron Smith, senior economist di Moody’s Economy.com. “Il miglioramento progressivo delle richieste continuative ha subito un rallentamento notevole di recente”.