ECONOMIA USA: CISCO, DUBBI SULLA RIPRESA

26 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

John Chambers, Amministratore delegato di Cisco Systems (CSCO – Nasdaq), il rallentamento dell’economia americana continuera’ “per almeno altri tre trimestri” e probabilmente anche oltre.

Secondo Chambers infatti, il panorama economico USA si e’ deteriorato significativamente da quando in gennaio il colosso di infrastrutture per le telecomunicazioni aveva sostenuto che l’indebolimento economico sarebbe durato per almeno due trimestri o piu’.

“Il rallentamento a cui abbiamo assistito in gennaio e’ continuato sia in febbraio che marzo – ha detto Chambers – L’indebolimento si e’ esteso poi nell’area Asia-Pacifico e i primi segnali sono ora visibili in Europa”.

Sebbene il numero uno di Cisco non abbia commentato sulle voci secondo cui la societa’ si prepara a diffondere un ‘profit warning’ sul terzo trimestre, i suoi commenti sono destinati ad alimentare l’ansia circa il deterioramento dell’economia statunitense e le preoccupazioni sullo stato di salute della societa’ stessa.

Per la prima in sei anni, lo scorso mese Cisco aveva riportato dati di bilancio inferiori alle attese dopo che gia’ in novembre aveva rivisto le proprie aspettative a causa del forte rallentamento della domanda. In febbraio, inoltre, gli ordini erano scesi addirittura al di sotto del valore registrato un anno prima.

“Potrebbe essere – aveva detto in quell’occasione Chambers – la decelerrazione piu’ veloce mai registrata da una societa’”.