ECONOMIA: ALMUNIA, SEGNALI DI MIGLIORAMENTO

17 Marzo 2009, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (Reuters) – Ci sono segnali migliori per l’economia rispetto a tre mesi fa, ma le condizioni sociali non cessano di deteriorarsi e si rischia un “autunno caldo” per l’intera Europa. Lo ha detto, in un’intervista al quotidiano La Stampa, il commissario europeo agli affari economici e monetari Joaquin Almunia, aggiungendo che i margini di manovra delle finanze pubbliche si stanno riducendo. Elencando i segnali positivi, Almunia ha osservato che “alcune banche hanno annunciato risultati più favorevoli delle attese, il mercato della liquidità va un po’ meglio e l’impegno dei governi per i lavori pubblici comincerà a dar frutti presto”.

Sopravvivere non e’ sufficiente: ci sono sempre grandi opportunita’ di guadagno. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul
link INSIDER

Le prospettive restano tuttavia tutt’altro che rosee, soprattutto in tema di occupazione, con “una situazione molto incerta in settori trainanti come industria, costruzioni, servizi”, ha detto. Un fronte, quello dell’occupazione che richiede, secondo Almunia, risposte innanzitutto nazionali, anche se la Commissione può lavorare alla cornice. “Abbiamo proposto di aumentare le risorse per il Fondo Globalizzazione e di movimentare quelle del fondo sociale”, ha detto il commissario. “Ci aspettiamo dai leader del Consiglio un chiaro impulso politico”. Almunia ha anche osservato che, con gli interventi pubblici nell’economia che stanno gonfiando i deficit, “i dati sull’andamento delle finanze pubbliche europee rivelano che i margini di manovra stanno scomparendo anche per chi li aveva”, ha detto. “Ciò non toglie che inseguire la sostenibilità a medio termine è essenziale”.