Ecofin, ok a tasse banche ma manca unanimità di vedute

7 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Tassa sulle banche si, ma in che modo? Questo il dilemma nato in seno alla riunione odierna dell’Ecofin in tema di tassazione verso gli istituti di credito. I 27 ministri delle finanze dei paesi UE, oggi riuniti a Bruxelles, convengono sulla necessità di un prelievo sulle banche per finanziarie il fondo anticrisi perchè “prevenire costa meno che curare”, ha spiegato il Commissario Ue al mercato interno Michel Barnier. Nel meeting odierno sono state delineate le principali linee guida in materia, tuttavia manca l’unanimità sulle modalità applicative. Meno gettonata è stata invece la proposta di introdurre una tassazione sulle transazioni finanziarie, definita un argomento “complesso”. Ad ogni modo le discussioni andranno avanti anche alla riunione Ecofin informale di fine mese, mentre ad ottobre si dovrebbe divulgare una comunicazione più dettagliata, magari una conclusione della questione che ormai da qualche mese rimbalza da un incontro all’altro. Unico punto fermo è la volontà di chiudere quel circolo vizioso dove a pagare è alla fine sempre il contribuente. “Le banche devono pagare per le banche”, ha affermato Barnier.