E’ una farsa: deputati Grecia mettono in salvo milioni in conti svizzeri

27 Febbraio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Ora basta, ormai e’ una farsa: la contestazione dei media tedeschi si fa sempre piu’ accesa. In Germania cresce il malcontento della popolazione per la decisione – quasi scontata – del Bundestag di dare il lasciapassare al nuovo pacchetto di aiuti da 130 miliardi ad Atene. E si capisce bene come mai.

E’ infatti venuto alla luce che un parlamentare greco ha trasferito 1 milione di euro in conti bancari svizzeri a maggio, ovvero mentre le autorita’ erano impegnate a convincere i cittadini ellenici ad accettare l’ipotesi di ristrutturazione del debito.

L’obiettivo dei deputati era convincerli a fare sacrifici per evitare il default dei loro risparmi e le conseguenze catastrofiche che un evento di questo tipo si porterebbe con se’. Ma nel frattempo, alcuni degli onorevoli erano impegnati a mettere al sicuro dal default i loro ricchi capitali.

Il ministro greco delle Finanze Evangelos Venizelos ha amesso durante un’audizione davanti al Parlamento che molti deputati e senatori hanno spostato fuori dal paese somme anche superiori ai 100 mila euro.

In totale in Grecia 16 miliardi di euro sono stati trasferiti all’estero negli ultimi due anni. Il 9% di questi sono finiti nelle casse svizzere, secondo i dati del ministero delle Finanze ellenico.