E ORA ATENE BUSSERA’ ALLA PORTA DELL’FMI?

18 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

Il governo greco potrebbe chiedere aiuto al prossimo vertice del Fondo monetario internazionale che si terra’ il 2-4 aprile. Lo rivela l’agenzia Dow Jones, secondo la quale Atene e’ pessimista sulla possibilita’ dell’arrivo di un aiuto europeo.

Ma il premier ellenico George Papandreou ha affermato, riguardo a una tale eventualità che la Grecia preferirebbe però non ricorrere al Fondo monetario internazionale per affrontare i problemi relativi al debito pubblico. “Preferiremmo una soluzione europea”, ha detto, rassicurando poi come la Grecia non sia a rischio di default.

Agli inizi di marzo il governo del paese aveva presentato manovre aggiuntive anti-deficit per un valore di 4,8 miliardi di euro , dopo che il premier greco Papandreou aveva definito la situazione delle finanze greche “catastrofica”, evocando l’incubo del “fallimento”, annunciando la necessità di misure severe per garantire un calo del deficit al 4% del Pil quest’anno.

Il primo ministro aveva poi dichiarato che il governo greco aveva fatto la sua parte e che sarebbe spettato all’Ue dare un supporto concreto al paese. In caso contrario il premier non aveva negato la possibilità di rivolgersi al Fmi.